La Torre

Pag. Iniziale

La nostra Storia

Papa Giovanni XXIII

Il nostro Impegno

Il Ristoro Alpino

Contatti

Filatelia

Notiziario "La Penna Nera"

Scarse e frammentarie sono le notizie intorno alla Torre di San Giovanni, probabilmente legate alle origini del Comune, risalenti al IX Secolo.

Sulla sommità del Colle, amena località alle falde del Monte Canto, da cui nei giorni limpidi è possibile vedere la Madonnina del Duomo di Milano e gli Appennini, sorgeva nel remoto anno 964 d.c., un fortilizio, trasformato successivamente in Torre campanaria.

Successivamente fu costruita a lato, la prima Chiesa Parrocchiale del Paese dedicata a San Giovanni Battista e consacrata il 4 maggio 1356.

Nel 1455 il Tempio fu ricostruito.

Col passare del tempo l’Edificio sacro fu inadeguato a contenere i fedeli, così nel 1727 fu ampliato e dieci anni dopo consacrato dal Vescovo Antonio Redetti.

Nel 1902, per far fronte alle nuove esigenze pastorali, fu posta la prima pietra dell’attuale Chiesa Parrocchiale mentre nel 1904, con regolari decreti di demolizione, la Chiesa sul colle fu abbattuta.

Si salvò la Torre, che rappresentava il campanile e la piccola costruzione addossata che fungeva da canonica.

Nel frattempo, come Chiesa parrocchiale provvisoria era utilizzata la quattrocentesca Chiesa di S. Maria Assunta in Brusicco, mentre la Torre sul Colle di San Giovanni, costituiva il Campanile con le sue campane.

I bronzi delle campane e l’orologio posto sulla Torre hanno regolato la vita di Sotto il Monte fino agli anni 60, quando venne costruito, in paese, l’attuale  Campanile.

Il Torrione, alto mt. 17, ha una base quadrata e rappresenta un indiscutibile gioiello dell’arte romanica.

A pochi metri della Torre, sorge la Cappella – Ossario  eretta nel 1871, quale Chiesa del Cimitero ove sono state poste le ceneri dei defunti trasportate dal cimitero che fu soppresso assieme alla Parrocchiale nel 1904.

Con il passare degli anni, le mura della Torre e  l’orologio millenario, esposte alle intemperie, hanno subito gravi danni, sino a sgretolarsi in modo allarmante.

I lavori di consolidamento, di restauro e ripristino eseguiti dal Gruppo Alpini, iniziati nel 1973, sono terminati il 15 giugno 2002.

Vai alla galleria delle immagini